Estratto del BUDO (scritto dal fondatore dell'Aikido, M. Ueshiba) - Iwama Ryu Aikido

Un estratto del manuale del 1938 : BUDO

scritto dal fondatore dell'Aikido, M. Ueshiba.
tradotto dal giapponese all'inglese da Mark L. Larson
Traduzione dal francese all'italiano : Mirka Mazzavillani

Quello che segue è una traduzione di sei paragrafi estratti dal manuale di allenamento del 1938, Budo, del fondatore dell'Aikido, Morihei Ueshiba. Sono venuto a conoscenza di questo manuale, il secondo dei 2 soli manoscritti del fondatore che furono pubblicati, grazie a Morihiro Saito Sensei,nel 1993. Da allora, ho viaggiato con il Maestro Morihiro SAITO in numerose occasioni attraverso il Giappone e all'estero, sia come assistente personale (otomo) che come traduttore. Ogni volta, il Maestro portava con se una copia dell'originale di Budo. Che fosse durante un seminario, o durante un allenamento quotidiano nel Dojo di Iwama, Saito Sensei faceva spesso riferimento a questi 6 paragrafi.

Il mio obbiettivo attraverso questo progetto, è stato di portare le parole del fondatore a quelli che si trovano nell'incapacità di comprendere i difficili scritti giapponesi. Non è stato fatto alcun tentativo di pubblicare i passaggi originali. Sono state aggiunte alcune parole, altre sono state lasciate in Giapponese, con l'UNICO scopo di rendere la traduzione comprensibile e fedele il più possibile. Bisogna mantenere lo spirito perché ogni volta che qualcosa viene tradotto dalla sua lingua originale,delle parole e dei significati possono essere persi,di conseguenza, ammetto in tutta sincerità che si possono dare altre interpretazioni.

Desidero ringraziare personalmente Morihiro Saito Sensei per il suo insegnamento e i chiarimenti in questi paragrafi, mia moglie Yuko per le sue indicazioni e il suo aiuto in questo lavoro su dei testi giapponesi difficili, e il Sig. Stanley Pranin per i suoi consigli sulla traduzione finale.

Se vi può far piacere, potete utilizzare liberamente questo lavoro per le vostre pagine web personali o per il vostro dojo. Se anche una sola persona trae profitto da questo progetto, allora il tempo e gli sforzi investiti non saranno valsi a nulla.

I migliori auguri per i vostri allenamenti,

Mark L. Larson Iwama, Giappone - 19 Marzo 2001


Durante l'allenamento in Aikido:

1. L'Aikido può decidere tra vita e morte nello spazio di un soffio; di conseguenza,durante l'allenamento,seguite le istruzioni dell'insegnante e non impegnatevi in competizioni di forza.

2. L'Aikido è una Via che fa di una persona l'equivalente di migliaia; dunque, durante l'allenamento, siate sempre coscienti non solamente dello spazio in fronte a voi, ma anche di quello che succede in tutte le direzioni.

3. L'allenamento dovrebbe essere sempre un'esperienza piacevole.

4. Un insegnante non può che trasmettere una parte dell'insegnamento. Per essere in grado di utilizzare una tecnica, dovete apprenderla attraverso un allenamento applicato e incessante. Solo allora, comincerete a trattenere col corpo. E' inutile volere apprendere molte tecniche. Per padroneggiare una tecnica, dovete assimilarla.

5. L'allenamento quotidiano comincia con Tai no Henko. Poco a poco aumentate l'intensità del vostro allenamento. Assicuratevi di non oltrepassare le capacità del vostro corpo. Anche le persone anziane non devono farsi male. Allenatevi con piacere e sforzatevi di comprendere lo scopo dell'allenamento.

6. L'Aikido è un allenamento dello spirito e del corpo. Il suo scopo è di formare delle persone di buona fede. Poiché tutte le tecniche sono totalmente segrete, non dovreste rivelarle indiscriminatamente a tutti. Si dovrebbe evitare l'applicazione inappropriata, di qualunque tecnica, da parte di persone mal intenzionate.